Crea sito

La paura della scienza

2015, era della comunicazione, tutti sono collegati tra loro attraverso internet, chi su Facebook o Twitter, chi su WhatsApp o Viber. Altri usano la rete per cercare informazioni attraverso Google. Ognuno possiede un cellulare e/o un computer per poter fare questo. Ci siamo trasferiti da un mondo reale ad uno virtuale in cui possiamo esporre la nostra opinione e condividerla con milioni di persone. Proprio grazie a questa possibilità di confronto con gli altri è stato possibile vedere come molta gente abbia paura di quella cosa che ha permesso l’invenzione della rete che utilizzano per collegarsi: la scienza.
Non sono poche le pagine che si trovano cercando su Facebook che parlano di alcuni argomenti scientifici come del male più assoluto. Alcuni esempi sono i movimenti contro i vaccini, le scie chimiche o anche gli OGM. Secondo le persone facenti parte di queste pagine, tutti questi sarebbero qualcosa di mortale che i governi stanno cercando di diffondere, spacciando per qualcosa di normale e salutare con lo scopo di acquistare più potere e ricchezza, lasciando i cittadini comuni a una vita da schiavo.

I salvatori sarebbero invece i complottisti i quali cercano di proteggere l’umanità smascherando le trame oscure del New World Order ( organizzazione mondiale che cerca di conquistare il mondo usando i governi come burattini secondo l’ideologia complottista). Queste linee di pensiero, grazie ai social network, hanno trovato terreno fertile per crescere e accedere a più persone, raggiungendo un grande numero di seguaci e quello che prima poteva sembrare un’innocua storiella adesso è diventata la verità per molti e questo può portare a serie conseguenze.

 

 

image
http://espresso.repubblica.it/polopoly_fs/1.181979.1411747711!/httpImage/image.jpg_gen/derivatives/articolo_648/image.jpg

 

 

A causa dei movimenti antivaccini molti Americani hanno smesso di vaccinare i propri figli e recentemente, una malattia che si pensava sradicata, quale il morbillo, è ritornata a diffondersi. In Europa sta iniziando a crescere il movimento contro i vaccini e potrebbe crearsi una situazione simile a quella americana. Non tutti però stanno a guardare: il governo australiano sta proponendo una legge che pone il divieto ai genitori dei bambini non vaccinati di ricevere sussidi governativi. Purtroppo però la politica a volte invece di portare i cittadini verso la scelta giusta, vive delle paure della gente e va avanti grazie a queste.

Un esempio è la campagna elettorale di Donald Trump, candidato repubblicano alle elezioni presidenziali americane, di cui uno dei punti fondamentali è la battaglia contro le vaccinazioni, che a suo modo sarebbero una delle cause dell’autismo nei giovani (quando tutti gli studi fatti hanno confermato che non esiste alcuna correlazione tra le due cose). Un esempio nostrano è invece il Movimento 5 Stelle. Sulla pagina Facebook del suo rappresentante massimo, il comico Beppe Grillo, non è difficile trovare articoli in cui si parla di come il governo ci stia avvelenando con le scie chimiche, di come ci voglia ridurre in schiavitù attraverso il signoraggio bancario e di come siamo costantemente presi in giro dato che non conosciamo la verità, la quale lui invece ci pone su un piatto d’argento e il cui solo sforzo per accedervi è cliccare su un link. Il comico-politico riesce a dare così consiglio su tutto, anche e volentieri sulla medicina e sull’alimentazione. Sono molti gli articoli che parlano di “diete miracolose” , o di cure quali il “metodo Di Bella” (ormai totalmente dimostrato inutile dalla scienza) grazie alle quali il cancro sparirà facilmente, prendendo in giro così migliaia di persone, le quali, disperate e/o non fiduciose della medicina tradizionale si affidano a tutto pur di vivere. Grande seguito ha ad esempio l’omeopatia, la quale proprio negli ultimi mesi è stata dichiarata priva di alcun fondamento scientifico e inutile, che però ha già portato ai produttori molto denaro prima di questo.

La gente trova quindi conforto e possibilità di sopravvivere in questi nuovi salvatori, che con metodi alternativi risolvono tutti i loro problemi, mentre la medicina ufficiale non vuole o non può perché governata dalle cause farmaceutiche che in quanto brutte e cattive devono guadagnare sulla nostra pelle. Ma perché la gente fa questo? Perché non segue le indicazioni della scienza ma quelle della pseudoscienza? Una risposta potrebbe essere il fatto che se non si capisce qualcosa allora la si odia e ripudia, scegliendo la strada più facile. Il tutto, condito dalle affermazioni di qualche politicante che si approfitta della situazione, porta a seguire idee insensate perché più semplici da capire poiché non serve avere una laurea o aver studiato molto per capirle.

Ignoranza, paura, disinformazione, questa è la ricetta che porta l’uomo a non seguire la scienza ma una strada apparentemente più facile e apparentemente sicura. Citando Umberto Eco “Facebook ha dato l’opportunità a una massa di idioti di scrivere idiozie e diffonderle”, e purtroppo non possiamo dargli torto. Il fenomeno difficilmente si sradicherà da solo e le uniche cure sono la scuola e l’informazione scientifica. Il CICAP ad esempio è un’organizzazione che si occupa di dimostrare come certe teorie pseudoscientifiche siano sbagliate e di eliminare la paura nei confronti della scienza. Non resta che sperare che l’uomo capisca quale sia la strada giusta da seguire o altrimenti si potrebbe tornare a un nuovo medioevo, dove invece di sguainare le spade, estrarremo gli smartphone dalla tasca per farci un selfie.

 

 

obama-rettiliano
http://www.dailybest.it/wp-content/uploads/2014/12/obama-rettiliano.jpg

 

 

Michele Cintorino

 

Michele Cintorino

Sono Michele, uno studente di ingegneria aerospaziale del Politecnico di Milano. Mi piace leggere, suonare e quando ho del tempo libero anche scrivere qualcosa. Mi piace vedere la realtà dal punto di vista scientifico e capire cosa sta dietro a ciò che ci circonda...

Vai alla barra degli strumenti